Nike nasce con un nome diverso

L’azienda oggi denominata Nike fu fondata il 25 gennaio 1964 con il nome Blue Ribbon Sports e con l’obiettivo di importare dal Giappone e vendere le famose scarpe Asics prima ancora denominate Onitsuka Tiger.

Dall’allenatore Bill Bowerman e dal laureando in economia Phil Knight nacque l’azienda ma il nome Nike venne scelto fra moltissime proposte fatte da oltre 45 collaboratori dell’azienda e consigliato infine da Jeff Johnson, un collaboratore di Knight. Nike come molti sanno, sta ad indicare l’omonima Dea greca della vittoria, lo swoosh invece (più comunemente chiamato il baffo) ne rappresentava le ali.

Ma da chi venne creato il logo?

Si chiama Carolyn Davidson e disegnò il marchio nel 1971, mentre era ancora una studentessa di graphic design alla Portland State University. L’unico consiglio che ricevette fu quello di creare un disegno a strisce e che fosse di supporto alla scarpa. Ricordiamo che oggi Carolyn Davidson è una rinomata grafica e appunto famosa per essere la creatrice del marchio (il baffo), un logo che oggi vediamo su milioni di oggetti e prodotti e che vive al suo attivo oltre 40 anni di notorietà. Il suo baffo “swoosh” è stato presentato su sneakers, cappelli, camicie, abbigliamento sportivo e innumerevoli altri prodotti di consumo, mentre è stato sostenuto da atleti e celebrità in tutto il mondo.

Si consideri che insieme al baffo il logo originale includeva anche il nome Nike, ma oggi si presenta da solista poiché la maggior parte dei clienti ha imparato a conoscerlo e ad amarlo nella sua essenza. La Nike ha utilizzato lo swoosh stand-alone come una forma di debranding e ottenendo quindi il riconoscimento del marchio.

Pensate che venne pagata 2 dollari l’ora, guadagnando per la realizzazione completa, soli 35 dollari!

E questo per un logo che ha contribuito a creare uno dei marchi più riconoscibili al mondo. Nel 1983, in riconoscimento del suo contributo alla compagnia, Nike le regalò un anello di diamanti Swoosh e alcune centinaia di azioni per il suo lavoro (ora valgono più di $ 600.000).

Doveva essere diverso da Adidas

Davidson aveva bisogno di trovare qualcosa di diverso dai loghi della concorrenza, come il famoso logo a strisce Adidas. Aveva bisogno di creare un logo che fosse originale e che trasmettesse movimento e movimento ma anche unicità.

Ha abbozzato molti loghi potenziali, creati a mano su carta velina e disposti su un disegno di una scarpa per vedere l’efficacia del logo sul prodotto finito. Ha presentato diversi progetti a Nike e alla fine si sono basati sul suo design preferito, lo swoosh. Phil Knight, il fondatore della Nike, in origine disse del logo: “Beh, non lo amo, ma forse crescerà insieme a me.

Il logo Nike ha contribuito a creare un marchio globale che ora vale circa $ 67 miliardi.

Da allora il logo è rimasto completamente invariato, eccezion fatta per la modifica del lettering sulla scritta Nike e per l’inserimento del payoff Just Do It, che avvenne nel 1988. Dan Wieden cofondatore dell’agenzia pubblicitaria Wieden & Kennedy, che da sempre si occupa, come agenzia di comunicazione, della comunicazione globale di Nike, ha creato questo slogan dedicato ad una campagna pubblicitaria del 1988. Si consideri che il pay-off Just Do It venne stato scelto da Advertising Age come uno dei cinque slogan pubblicitari più importanti del ventesimo secolo.

Creazione Marchio

Siamo l'agenzia di comunicazione che crea design di qualità e idee innovative.

Art District ™ offre senza impegno un incontro conoscitivo al fine di ascoltare le vostre idee e per aiutarvi a valutare la miglior strategia di comunicazione. Compilate il form qui a lato e saremo noi a contattarvi nel minor tempo possibile e se lo desiderate inviarvi anche un preventivo totalmente gratuito.

© Art District ™
Agenzia di comunicazione
Organizzazione eventi Milano